La vacanza in Asia

Approfondisci

L’estate era alle porte e io e il mio fidanzato Davide decidemmo finalmente la meta in qui trascorrere le nostre vacanze, questa volta avevamo deciso di andare in una meta fuori l’Italia e optammo per il Giappone, ne avevamo sentito parlare molto bene e poi l’Asia e sempre stato un continente interessante da visitare.

Cosi ci recammo nell’agenzia di un nostro caro amico dove prenotammo tutto il pacchetto, avevamo deciso di passare ben 25 giorni in Giappone.

Finalmente il giorno della partenza arrivò, ci svegliamo di prima mattina per recarci alll’aeroporto, dopo aver sbrigato le solite formalità d’imbarco finalmente prendemmo posto sull’aereo la nostra avventura in Asia stava per iniziare.

Io e Davide eravamo consapevoli che ci tocca affrontare ben 12 ore di viaggio, ne passarono appena 4 e di starare seduta già non ne potevo più così decisi di recarmi in bagno solo per fare due passi, Davide mi guardo gli sorrisi e maliziosamente gli feci l’occhiolino, non era mia intenzione di fare l’amore con lui nel bagno dell’aereo, ma quelle ore dovevano pur passare così poco, dopo mi segui in bagno, dato lo spazio ridotto optammo per una sveltina.

In silenzio e senza essere notati uscimmo dal bagno cercandoci di darci una sistemata, come potevamo ritornammo al nostro posto, io e Davide eravamo soliti che quanto eravamo in atteggiamenti intimi ci piaceva fantasticare su alcune situazioni, cosa che avevamo fatto anche nel bagno dell’areo

Finalmente dopo ben 12 ore di viaggio arrivammo, dalla nostra camera d’albergo che era situata a gli ultimi piani del grattacielo si poteva osservare un bellissimo panorama di tutta la città, in un attimo ci riprese la voglia di rifare l’amore, ma questa volta volevamo farlo in modo diverso.

Decidemmo di fare l’amore affacciati alla gigantesca vetrata dalla nostra camera, mi spogliai completamente sotto lo sguardo eccitato del mio uomo, in un attimo Davide prendendomi per i fianchi mi trasse a lui, apprezzai la potenza della sua erezione, percepivo ogni centimetro del suo membro mi piaceva godere e guardare il panorama nello stesso tempo, ci intrigava molto immaginare qualcuno in quel momento ci potesse vedere, pensando a quella situazione ci eccitavamo ancora di più.

La mattina dopo uscimmo per fare un giro in città non avevamo problemi a girare da soli essendo che entrambi parlavamo bene l’inglese, dopo un pò che giravamo mi ricordai un posto che ci consiglio una coppia di amici con quale avevamo fatto Scambio di Coppia, trovati sul sito MassaggioIT e ci parlò di un quartiere che era famoso per i numerosi Centri Massaggi Tantrici che c'erano, ci dissero che in quei posti ci si poteva togliere qualche capriccio sessuale con dei sconosciuti.

Chiedemmo in giro e alla fine alcune persone ci consigliarono un centro non tanto distante dal nostro hotel, era un centro molto rinnovato con un personale specializzato, decidemmo di andare e devo dire che entrando rimasi molto colpita, non era come i Centri Massaggi che eravamo abituati a vedere in Italia dopo, con pochi soldi potevi fare di tutto, ma era un posto esclusivo molto elegante e pulito.

Ci fecero accomodare in una specie di cabina dove potevamo lasciare tutti i nostri effetti personali e dove dovevamo spogliarci in completa nudità, dopodiché ci invitarono in una elegantissima camera dove insieme a noi cera un’altra coppia, era due fidanzati americani con quale eravamo in attesa per il massaggio.

Poco dopo venimmo chiamati da due operatori olistici, una splendida ragazza sinuosa e dai capelli lunghi e neri, e da un ragazzo dal corpo tonico e spalle larghe che ci fecero sdraiare tutti e 4 su dei lettini iniziando a massaggiarci.

Non potevo fare almeno di buttare l’occhio sul quel ragazzo americano, era molto dotato e la cosa mi eccitava molto anche in ragazzo intuì e la cosa, e su di lui ebbe una incredibile erezione, finito il massaggio i due massaggiatori ci lasciarono soli avendo il corpo estremamente rilassato, le mie voglie sessuale aumentavano sempre di più, cosa che noto anche Davide.

Eccitato più di me mi si avvicino iniziandomi a baciare con passione, mentre baciavo il mio fidanzato notavo che il membro dell’americano era sempre più dritto, aveva voglia di partecipare anche lui così mi alzai e mi diressi verso di lui, sdraiato sul quel lettino incredulo di ciò che stavo per fargli con la mia maestria inizia a farli un pompino a regola d’arte stava ricevendo un piacere che non aveva mai provato prima, iniziò tutto da quel sesso orale che in pochi secondi si trasformo in un sesso sfrenato e selvaggio in qui partecipammo tutti e quattro.